RSS

Archivi tag: zucchine

Cous Cous alla Ori ‘O’

Orietta l’ho conosciuta quando cercavo un’acconciatrice vintage per il battesimo dei pandini, e piano, piano è entrata a far parte della mia vita e del mio mondo, tanto che oggi la considero una vera amica, una di quelle che c’è quando ne hai bisogno, generosa e pronta ad ascoltarti, sempre!

Quando mi invita a casa sua per un pranzo o una cena, si finisce sempre per cucinare insieme, e, da una sua idea di partenza, si apre il frigorifero e si cucina quel che c’è, con risultati sempre stupefacenti!!

Sono stata da lei proprio ieri, e dal nostro estro creativo è nato questo cous cous, che chiamerò col suo nome “di battaglia”!

Ingredienti pescati dal suo frigo (che purtroppo ieri ci ha abbandonate, anche se spero che non sia nulla di grave!!) e dalla sua dispensa:

– 1 bicchiere di cous cous integrale
– 2 zucchine
– 1/4 di verza
– 1 cipolla
– 1 barattolo di ceci già lessati
– 1 cucchiaino di curcuma
– 1 peperoncino
– 1 manciata di mandorle
– 1 manciata di uva passa
– olio extravergine d’oliva
– 1 pizzico di sale
– 1 foglia di salvia
– pepe

Preparazione:

Tagliare la cipolla a fettine e rosolarla in padella con il peperoncino, aggiungere le zucchine e la verza tagliate finemente, la foglia di salvia e cuocere con il coperchio, aggiungendo, se necessario, un pochino di acqua. A cottura avanzata ggiungere i ceci, un pizzico di sale, la curcuma e le mandorle a pezzetti e finire di cuocere. Spegnere il fuoco e mescolare dopo aver aggiunto l’uva passa, e un po’ di pepe.

A parte cuocere il cous cous come da indicazioni riportate sulla confezione, poi metterlo in un piatto fondo, e ricoprire con le verdure cotte. Assaporare con un filo di olio extra vergine a crudo!!

Era così buono che ho fatto il bis, nonostante l’appetito mancante di questo periodo!! Grazie della bella giornata e di avermi ascoltata, Ori!!!

Alla prossima,
bunny chan.

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 6 giugno 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegane

 

Tag: , , ,

Farfalle fuffaldine

Questa è un’altra ricetta improvvisata, di una di quelle tante sere in cui arrivata a casa dopo lavoro, la voglia di uscire a fare la spesa è pari a zero.
Il nome è un omaggio alla mia cagnolina Maya che, come diciamo io e il mio ragazzo, “fuffa” (ossia annusa) tutto ciò che attira la sua attenzione, producendo un suono buffo che per noi è diventato “affuffu-fuffu”.

Ricetta per 2 persone:
-Farfalle (ma se preferite un altro taglio di pasta, fa lo stesso)
-1 zucchina
-una manciata di pisellini surgelati
-qualche foglia di radicchio
-stracchino q.b.
-1/2 cipolla

Procedimento:
In una padella soffriggere la cipolla sminuzzata con un filo d’olio, versarci le zucchine tagliate a pezzetti, i piselli, il radicchio a listarelle e un po’ d’acqua, salare e lasciare stufare circa 15 minuti, finchè le verdure non saranno morbide.
Nel frattempo buttare la pasta.
Passare le verdure con il frullatore ad immersione unendo un cucchiaio circa di stracchino, ma tenendone un po’ da parte, servirà alla fine!
Scolare le farfalle, e metterle nella padella in cui sono state cotte le verdure, versare la crema fuffaldina e il restante stracchino che fonderà col calore..ed è pronto!
Non date retta alla foto, non son riuscita a fare di meglio, vi assicuro che sono buonissime, provare per credere!

 
2 commenti

Pubblicato da su 27 febbraio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegetariane

 

Tag: , , ,

Carbonara scomposta

Dopo averla assaggiata ai tavoli fuori del Casa&Bottega, in una bella giornata di dicembre, e fatta con le uova di Paolo Parisi, ho avuto da subito tanta voglia di rifare questa carbonara, naturalmente in versione vegetariana e con le uova di mia nonna!

Non avevo idea del procedimento usato per la ricetta che avevo assaggiato, quindi ho cercato di reinterpretarla a mio modo!

Tra l’altro, il fatto che tutti gli ingredienti vadano cucinati separatamente, lascia spazio alla possibilità di avere condimenti personalizzati, ossia, volendo, si possono accontentare sia vegetariani che non, come ho fatto io!

Ingredienti per 2 persone:

– 180 g di mezze maniche
– 2 zucchine romane piccoline (ma se è stagione di carciofi potete utilizzare anche quelli, tagliati sottili sottili e fritti, come quelli che erano sopra al piatto di Parisi – le foto che trovate seguendo il link sono del mio ragazzo!!)
– 2 uova
– latte di soia
– parmigiano
– olio, sale e pepe

Procedimento:

Mentre si aspetta che l’acqua per la pasta bolla, friggere le zucchine tagliate a rondelle sottili e tenerle in caldo. In un recipiente d’acciaio battere l’uovo con l’aggiunta di sale, pepe, latte e un filino d’olio, che aiuta un po’ a far montare l’uovo durante la cottura.

Buttare la pasta e porre il recipiente con le uova sopra l’acqua bollente (ma non a contatto con l’acqua stessa) e montare con una frusta, finchè la cremina non si addensi leggermente.

Mettere la crema a specchio sul piatto di portata, poi adagiarvi sopra la pasta cotta e scolata (se non volete che si appiccichi troppo, metteteci poco olio e girate nonappena l’avrete scolata) e sopra ancora una bella cucchiaiata di zucchine.

Servire così e mangiare immergendo pasta e zucchine nella salsina sottostante. Se non volete fare questo impiattamento un po’ particolare, potete anche scolare la pasta e metterla nei piatti di portata, e poi versarci sopra la cremina e le zucchine. Io l’ho provata in entrambi i modi e il risultato non cambia!!

Alla prossima,
bunny.

 
1 Commento

Pubblicato da su 22 febbraio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegetariane

 

Tag: ,

Metti una sera a cena: pizza con la macchina del pane!

La settimana scorsa siamo rimasti bloccati a casa dalla neve, così abbiamo deciso di regalarci una bella pizza per cena!
Oltrettutto con la macchina del paneè’ facilissimo fare l’impasto..Per fare 2 pizze medie vi serviranno:

270 ml di acqua
450 gr di farina 00 o 1 (io ho usato la 00)
1,5 cucchiaini di lievito istantaneo
1,5 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero
3 cucchiai di olio d’oliva

Inserire nella macchina del pane gli ingredienti esattamente in questo ordine ed avviate il programma “impasto”.
Al termine lavorare la pasta su un piano di lavoro infarinato e stenderla con il mattarello. Dopo averla messa su una teglia da forno farcirla a piacere: noi abbiamo usato passata di pomodoro, salsiccia e zucchine.
Infornare a 180 – 200 gradi per un quarticello (verificate alzando leggermente il bordo della pizza). Aggiungete la mozzarella dopo circa 5 minuti dall’inizio della cottura.

Ecco il risultato:

 
3 commenti

Pubblicato da su 17 febbraio 2012 in Macchina del Pane, Pizze, Quiche e Torte Salate

 

Tag: ,

Rataquiche

Avete presente la ratatuille fatta qualche tempo fa? Ho abbondato volontariamente con la quantità perchè meditavo di fare questa quiche di verdure, che ho chiamato, appunto, Rataquiche!

Come tutte le torte salate è semplicissima e veloce da fare, specie se avete già pronte le verdure 😉

Ecco cosa vi serve:

– Ratatouille avanzata (trovate la ricetta qui)
– 1 uovo
– 1 rotolo di pasta brisè o di pasta sfoglia
– 1/2 scamorza bianca

Procedimento:

Accendere il forno a 180° (io uso quello ventilato). Nel frattempo imburrare una pirofila tonda e foderarla con la pasta brisè. Tagliare a fette sottili la scamorza e metterle sul fondo.

In una ciotola mischiare alla ratatouille un uovo, per far sì che le verdure leghino meglio fra loro quando passeranno in forno.

Versare la ratatouille nella pirofila e infornare per 30-40 minuti, cioè fino a quando la pasta non avrà assunto un goloso colore dorato.

Per permettere alle quiche di cuocersi per bene, metto la pirofila prima nella parte alta del forno (per circa 20 minuti) e poi nella parte più bassa. Così si dora bene anche la base.

A cottura ultimata spegnere il forno e lasciare intiepidire un po’ la torta, per gustarne meglio il sapore.

Buona rataquiche!

 
 

Tag: , , ,

Ratatouille

Ho fatto disperare la mia mamma per anni, perchè odiavo le verdure. Da alcuni anni, invece, ho iniziato ad apprezzarne il gusto e soprattutto il colore, ma faccio ancora fatica ad inventarmici dei piatti. Però ci provo!

Ecco qui la Ratatouille, che come tutti saprete è un piatto francese, un piatto povero, tipico dei contadini di un tempo, fatto da zucchine, melanzane, peperoni e cipolle cotte in padella.

Non ho mai assaggiato il piatto originale, anche perchè, ahimè, non sono mai stata in Francia (pardon ma Reine -____-‘), la ricetta l’ho presa in rete, esattamente da qui apportando solo una minima modifica nelle spezie e nella quantità (dovendo cucinare per 2 invece che per 4).

Ingredienti per 2 persone abbastanza affamate:

-2 peperoni
-1 zucchina
-1 melanzana
-1 cipolla rossa
-1/2 kg di pomodori succosi
-uno spicchio d’aglio
-olio
-sale
-pepe
-timo
-rosmarino
-dragoncello (non ho idea di che tipo di spezia sia)

Ecco…non ho trovato le 3 spezie, così ho ripiegato su un insaporitore Ariosto, esattamente quello per le carni al forno, per la sola ragione che conteneva sia il timo che il rosmarino, oltre alle altre spezie.

Procedimento:

Pulire e tagliare a pezzi piuttosto piccoli i peperoni, la melanzana e la zucchina. Nel frattempo soffriggere in un po’ d’olio uno spicchio d’aglio e la cipolla rossa tagliata finemente.

Buttare in padella le verdure, aggiungendo poca acqua. Lasciare cuocere circa 10-15 minuti.

A questo punto la ricetta originale prevede di aggiungere i pomodori privati della buccia e dei semi…io però non ho tanta pazienza e, soprattutto, mi piace mangiare i pomodori con la buccia, quindi mi sono limitata a spremerli velocemente tagliandoli in due e aggiungerli al resto della verdura.

Mettere le spezie, il pepe e aggiustare di sale, lasciando poi cuocere almeno altri 10 minuti. Io preferisco le verdure molto morbide, quindi ho lasciato cuocere il doppio del tempo.

La ratatouille è pronta! L’ho accompagnata ad un semplicissimo riso al vapore, per avere un piatto bilanciato e perchè mi piaceva il contrasto fra le verdure colorate e il bianco del riso 😀

Giuro che durante la cottura non avevo nessun roditore nascosto sotto al cappello 😉

 
5 commenti

Pubblicato da su 30 gennaio 2012 in Piatti unici, Ricette Vegane

 

Tag: , ,