RSS

Archivi tag: uova

Crema di uova e paprica

Ovvero come preparare un ottimo aperitivo/antipasto avendo il frigo semivuoto e poco tempo a disposizione…

ingredienti (per 4/6 persone):

– 2 uova
– 1 patata piccola
– 3 cucchiai di maionese
– 2/3 cucchiaini di paprika dolce
– sale
– pepe

procedimento:

Mettere a bollire le uova finchè non sono ben sode, lasciare freddare e poi sgusciarle, tagliarle a pezzi e metterle in un mixer. lessare la patata, lasciarla freddare, poi sbucciarla, tagliarla a dadini ed aggiugerla all uova sode  nel mixer e frullare il tutto. Aggiungere al composto ottenuto il sle, il pepe, i 2/3 cucchiaini di paprika dolce, i 3 cucchiai di maionese ed  azionare nuovamente il mixer per amalgare il tutto, fino a dottenere una crema soffice ed omogenea, se necessario aggiustare di sale o pepe. La crema può essere servita non appena preparata, ma se viene fatta riposare in frigorifero diventa più buona!

Potete servirla con crostini di pane, cracker o verdure crude, io avevo in frigorifero un rotolo di pasta sfoglia già pronta e ne ho approfittato per preprare dei salatini a forma di tartarughine e fiorellini…più o meno 🙂

Annunci
 
 

Tag: ,

Carbonara scomposta

Dopo averla assaggiata ai tavoli fuori del Casa&Bottega, in una bella giornata di dicembre, e fatta con le uova di Paolo Parisi, ho avuto da subito tanta voglia di rifare questa carbonara, naturalmente in versione vegetariana e con le uova di mia nonna!

Non avevo idea del procedimento usato per la ricetta che avevo assaggiato, quindi ho cercato di reinterpretarla a mio modo!

Tra l’altro, il fatto che tutti gli ingredienti vadano cucinati separatamente, lascia spazio alla possibilità di avere condimenti personalizzati, ossia, volendo, si possono accontentare sia vegetariani che non, come ho fatto io!

Ingredienti per 2 persone:

– 180 g di mezze maniche
– 2 zucchine romane piccoline (ma se è stagione di carciofi potete utilizzare anche quelli, tagliati sottili sottili e fritti, come quelli che erano sopra al piatto di Parisi – le foto che trovate seguendo il link sono del mio ragazzo!!)
– 2 uova
– latte di soia
– parmigiano
– olio, sale e pepe

Procedimento:

Mentre si aspetta che l’acqua per la pasta bolla, friggere le zucchine tagliate a rondelle sottili e tenerle in caldo. In un recipiente d’acciaio battere l’uovo con l’aggiunta di sale, pepe, latte e un filino d’olio, che aiuta un po’ a far montare l’uovo durante la cottura.

Buttare la pasta e porre il recipiente con le uova sopra l’acqua bollente (ma non a contatto con l’acqua stessa) e montare con una frusta, finchè la cremina non si addensi leggermente.

Mettere la crema a specchio sul piatto di portata, poi adagiarvi sopra la pasta cotta e scolata (se non volete che si appiccichi troppo, metteteci poco olio e girate nonappena l’avrete scolata) e sopra ancora una bella cucchiaiata di zucchine.

Servire così e mangiare immergendo pasta e zucchine nella salsina sottostante. Se non volete fare questo impiattamento un po’ particolare, potete anche scolare la pasta e metterla nei piatti di portata, e poi versarci sopra la cremina e le zucchine. Io l’ho provata in entrambi i modi e il risultato non cambia!!

Alla prossima,
bunny.

 
1 Commento

Pubblicato da su 22 febbraio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegetariane

 

Tag: ,

French Toast

Fin da piccola ho avuto l’occasione di viaggiare molto con la mia famiglia. Per fortuna i miei non erano i tipici italiani che, dove vanno vanno, cercano pizza e pasta, salvo poi criticarne cottura e preparazione…no, i miei mi hanno insegnato ad assaggiare i piatti tipici di ogni posto in cui siamo andati, scoprendo così nuovi sapori e nuove ricette. Ed è per questo che, per me, viaggiare non vuol dire solo spostarsi in un altro paese, e vederne luoghi e monumenti, ma è soprattutto assaggiare piatti nuovi e sperimentare nuove cucine…un viaggio nel viaggio, insomma, che ti avvicina alla cultura locale, molto più di tante altre cose: trovarsi gomito a gomito con le persone locali, in un ristorantino di quartiere, dove nessuno parla la tua lingua è una delle esperienze più belle da fare in un paese straniero!

Tra i primi viaggi che ho fatto, e che hanno cambiato il mio modo di vedere il mondo, c’è stato quello negli Stati Uniti. Avevo più o meno 10 anni, e qui in Italia ancora non c’era traccia di MacDonald’s e di ketchup! Lì ho provato per la prima volta gli hamburger (non ero vegetariana) e la cucina giapponese, ed ho imparato che la colazione non deve essere per forza fatta con latte e biscotti, ma si può anche provare con uova, bacon e succo di arancia, pancake o french toast. Ed è proprio questi ultimi che ho adorato e che mi son portata dietro!

Li ho ritrovati anche a Tokyo, al Denny’s, un famoso family restaurant di stampo americano: i loro french tast a colazione sono sempre stati un punto fermo dei miei viaggi!!

Farli è semplicissimo: ci vuole un uovo, un goccio di latte, del burro e del pane in cassetta (quello un po’ più spesso è l’ideale), e poi l’immancabile sciroppo d’acero per condirli! Non si possono assolutamente mangiare senza (qui a Roma lo compro da Panorama)!!

Si batte l’uovo con un goccio di latte e un pizzico di sale. Intanto si fa scaldare la padella sul fuoco con un velo di burro, poi si immergono le fette di pane nell’uovo da tutte e due le parti e si mettono nella padella già calda, facendole dorare da entrambi i lati.
Si mangiano calde con un aggiunta di burro (se si vuole) e con tanto sciroppo d’acero (slurp!!).

Io me li faccio la domenica, di solito, quando ho più tempo, ed ho dato quest’abitudine anche a Brioche, che li ha adorati quando è stata a casa mia 😀 !

Alla prossima,
bunny.

 
1 Commento

Pubblicato da su 21 dicembre 2011 in Colazione, Ricette Vegetariane

 

Tag:

Salsa olandese

Come dicevo nella mia presentazione adoro le salse e questa è sicuramente la mia preferita. So che ce ne sono varie versioni, ma questa è quella che preferisco. L’ho mangiata per la prima volta in Germania, in un posto sperduto sul Mar Baltico, dove era la sede centrale dell’azienda in cui lavoravo allora.
Avevo ordinato delle verdure miste, mi semba lesse o grigliate, molto semplici, e quando me le hanno portate c’era questa bella salsina gialla che le ricopriva…e tra noi è stato subito amore!

Tornata a casa ho cercato la ricetta per rifarla, e ci ho provato più di una volta, ma non mi è mai venuta come si deve, fino a qualche tempo fa, quando, chissà perchè, invece di seguire la ricetta passo passo, mi son messa a farla a memoria, e alla fine mi è venuta! Bella gialla cremosa, si può usare sopra delle patate, o delle belle verdure croccanti, come gli asparagi o i cavolfiori. Certo, se non siete vegetariani, anche sul pesce bianco è l’ideale! Ed ecco la ricetta.

Ingredienti:

2 tuorli
circa 100 gr di burro (io uso esclusivamente il lurpak salato)
1/2 limone
1 pizzico di sale (poco perchè il burro è già salato)

Ho fatto sciogliere il burro a fiamma bassissima, senza mai farlo ribollire, e nel frattempo ho diviso i tuorli dagli albumi e li ho messi in un bicchiere con due cucchiai di acqua e il mezzo limone spremuto (non tutto, giusto una bella spremuta abbondante!). Una volta che il burro si è sciolto ho versato il contenuto del bicchiere nel pentolino ed ho iniziato a mischiare con una frusta, poggiandolo all’interno della pentola più grande dove avevo messo le patate a lessare: l’acqua era calda, ma ancora non bolliva.

Ho mischiato per una decina di minuti circa, finchè il liquido nel pentolino vela bene il fondo, ed è aumentato di volume del doppio circa. Alla fine, si aggiusta di sale, se necesario e si serve calda.

Ed ecco il risultato, sulla patata lessa e con l’aggiunta di erba cipollina fresca, del mio terrazzo!

Alla prossima,
bunny.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 dicembre 2011 in Ricette Vegetariane, Salse ed Intingoli

 

Tag: