RSS

Archivio dell'autore: vallyary

Crostata veg

Oggi nevica tantissimo e mi sono detta… Ma noi non avevamo un blog una volta??

Eravamo tante, giovani, e cucinavamo tantissimo, ignorando bilance e nutrizionisti…Che fine abbiamo fatto??? E cosi’ ho cercato di ricordare i dati di accesso per inserire i post. Ma non prima di aver cucinato una delizia. Altrimenti di che parlavo??

E’ partito tutto da mille vasetti di marmellata aperti e mai finiti, che come sempre si trovano nel mio frigo. Mio marito adora la crostata. E io ho la mia nuova planetaria da provare e stra-provare.

Quindi, via, inseriti gli ingredienti, ho fatto fare a lei lo sporco lavoro e mi sono limitata a stendere la pasta e cospargerla di marmellata. Si, e’ stata dura, ma ci sono riuscita.

IMG406

Per la torta servono:

  • 250 gr di farina (io ho usato la farina di farro integrale, la mia nuova passione)
  • 125 gr di zucchero (altra mia nuova passione, il mascobado integrale)
  • 50 ml di olio di semi
  • 150 ml di latte di soia
  • mezza bustina di lievito
  • la scorza di un’arancia bio
  • 300 gr di marmellata

Per chi come me ha la planetaria e’ molto semplice. Ho messo la farina, il lievito, la scorza dell’arancia e lo zucchero. Ho azionato e versato a filo il latte e l’olio. poi mi sono limata le unghie, pettinata i capelli, fatto delle prove di trucco, letto una rivista. Non e’ vero, son stata li in adorazione i 5 minuti in cui ho fatto girare il gancio impastatore, osservando bene che cosa faceva, questa strana magia.

Se non avete il mago impastatore, fa niente, non e’ complesso. Basta fare la fontana con la farina, il lievito, l’arancia e lo zucchero, versare al centro olio e latte e sporcarsi le mani.

Come ogni frolla che si rispetti, va fata riposare una mezz’ora in luogo fresco. E poi si puo’ procedere a stenderla. L’ho trovata un po’ appiccicosa, credo per colpa del mascobado, che risulta molto umido. L’ho stesa quindi direttamente sulla carta da forno, appoggiandola sulla teglia e lavorandola con le mani umide. poi le ho fatto il bordino con un pochino di pasta, messa la marmellata e fatte le strisce e le palline. Infornata per 35 minuto a 180°.

Ora e’ di la che aspetta di essere mangiata. Quindi, se non vi spiace, io andrei.

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 23 febbraio 2013 in Dolci, Torte e Biscotti, Ricette Vegane

 

Tag:

Pollo agrodolce

E’ una delle cose che preferisco del ristorante cinese. Adoro l’agrodolce.
E la salsina penso sia una delle cose piu’ buone…
La salsina la faccio cosi’: metto in un pentolino 1 bicchiere d’acqua, 1/2 bicchiere d’aceto, 3 cucchiai di salsa di pomodoro, 1 cucchiai di zucchero, 1 cucchiao di maizena e metto a cuocere finchè non si addensa.
E’ una salsa che va bene con diverse cose: l’ho provata anche col seitan ed e’ buonissimo.

Per il pollo, per fare prima, metto a cuocere i peperoni nel forno, poi li spello e li faccio a pezzetti
Intanto rosolo il pollo in padella, tagliato a cubetti e infarinato. Taglio a pezzetti l’ananas e unisco tutto al pollo, per ultimo la salsa.
Lascio cuocere un po’ e….. lo do al marito da mangiare 🙂
Ecco il risultato:

 
4 commenti

Pubblicato da su 13 marzo 2012 in Carne, Secondi Piatti

 

Tag:

Primi esperimenti con la pasta di zucchero

Qualche settimana fa una ragazza che conosco ha postato sul suo blog la ricetta per la pasta di zucchero. Io sapevo che ci andavano ingredienti strani e avevo rinunciato, facendo quella con i marshmallow che ha fatto la mia collega di blog.

Ma cosa fare? Era da tantissimo che non lavoravo la pasta e non sapevo la resa…

Quindi ho semplicemente ricoperto un pan di spagna farcito con crema al cioccolato.

Per la pasta di zucchero servono:

500gr di zucchero a velo
6gr di gelatina in fogli
80gr di miele di acacia
2 cucchiai di acqua

Io ho seguito proprio passo passo la ricetta della mia amichetta, che trovate qua.

Questo il mio primo esperimento: la torta per i 10 mesi della mia bimba.

 
3 commenti

Pubblicato da su 6 marzo 2012 in Dolci, Torte e Biscotti

 

Crespelle

Noi qua le adoriamo.

Il marito ogni tanto me le chiede.

I ripieni si sprecano, ma il top per lui e’ cotto e formaggio con salsa ai funghi.

Io invece le mangio con scamorza affumicata e salsa ai funghi.

Ovviamente stavolta che le ho preparate per il blog e’ stato un disastro.

Comunque….per la pastella in genere faccio un uovo mischiato con la farina, fino a che non e’ abbastanza solido, poi metto il latte fino a che non e’ una bella pastella. Purtroppo non ho delle dosi molto precise perche’ le ho sempre fatte ad occhio e penso che ognuno deve trovare la sua consistenza. Ricordo che la pastella di mia madre era mooolto piu’ densa di quella che faccio io.

Comunque, una volta cotte, preparo la salsa ai funghi, facendoli cuocere in padella e frullandoli con un po’ di latte o magari besciamella. Quando ho fatto la foto ho sperimentato una salsa molto densa che pero’ non era male per niente.

Quindi, ho messo le fettine di scamorza e chiuso in due la crespella, che col calore ha sciolto il formaggio e messo sopra la salsina.

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 febbraio 2012 in Piatti unici

 

Tag: ,

Pannacotta al caffe’

Adoro la panna cotta. E’ la cosa che amo di piu’. Non e’ vero, ma vedere la foto mi fa venire l’acquolina.
Da piccola pensavo che fare questo dolce senza le bustine fosse una cosa difficilissima. Non si spiegherebbe altrimenti perche’ mia madre non me la faceva mai.
Invece poi ho scoperto che e’ veramente, veramente semplice. Il prossimo passo e’ sperimentare l’agar agar.
Per due porzioni ho usato

  • 200 ml di panna fresca
  • 3 gr di colla di pesce
  • 60 ml di latte
  • 50 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di caffe’ solubile
  • Crema al cioccolato
Ho usato il caffe’ d’orzo e assicuro che il risultato e’ ottimo.
Ho ammorbidito i foglio di colla di pesce in acqua fredda. Ho scaldato la panna col latte e lo zucchero. Ho unito colla di pesce e caffe’.
Ho messo la salsa al cioccolato negi stampini e poi la panna.
Messo in frigo a raffreddare per una intera notte.
Tutto qui.
 
3 commenti

Pubblicato da su 21 febbraio 2012 in Dolci, Torte e Biscotti

 

Tag: ,

Polpette di verdure


Questa ricetta e’ nata per riciclare le verdure della mia piccolina, quando ancora poteva mangiare solo il brodo. Adesso mangia tutte le verdure, ma le polpette continuo a farle lo stesso.

Per la ricetta servono:

una patata
una carota
una zucchina
un uovo
pangrattato
formaggio grattugiato
scamorza

Poi quel che viene in mente. Io stasera per esempio ho aggiunto dei funghi, e ci stavano mooolto bene.

Procediamo facendo lessare le verdure pulite. Una volta cotte vanno scolate. In genere tengo il brodo, ma stasera no, perche’ tanto i funghi la bimba non li puo’ ancora mangiare. Vanno scolate molto bene e poi passate al passaverdure. All’inizio viene solo acqua e quella in genere la butto via, cosi’ mi servemenopan gratato per avere un composto da potere trasformare in polpette. Quindi, verdure passate, unito il parmigiano, l’uovo, il pangrattato per raggiungere la giusta consistenza, il sale… e via si comincia a fare le polpettine.

Ho messo al centro di ogni polpettina un cubetto di scamorza. Ho messo tutte le polpettine sulla teglia del forno e infornato a 180° per 25 minuti.. Che buone che erano!

 
4 commenti

Pubblicato da su 7 febbraio 2012 in Antipasti, Ricette Vegetariane

 

Tag: ,

Bretzel

Mi avevano semrpe incuriosito, ma non avevo mai avuto il coraggio di assaggiarli. Mi ricordavano i salatini dei compleanni, quelli che rimanevano sempre per giorni e giorni, mentre i bignè, i miei adorati, finivano subito.
Poi quando siamo stati in Baviera una amica me ne ha fatto assaggiare un pezzo: e’ stato amore. Specie per quelli al formaggio. Ho cercato ricette e ricette, poi ne ho trovata una che mi sembrava buona e allo stesso tempo non difficile.
Ho usato :

  • 250 gr di manitoba
  • 250 gr di farina 00
  • un cubetto di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 80 gr di burro
  • bicarbonato
  • sale grosso

Ho sciolto il lievito in 150 ml di acqua tiepida con lo zucchero. Ho unito il burro sciolto alla farina e ho impastato con tutti gli ingredienti. Ho fatto un panetto che ho messo a lievitare per due ore
Ho provato a fare le formine, ma l’operazione e’ risultata piu’ difficile di quanto sembrasse.
Ho portato a bollore una pentola di acqua a cui ho aggiunto 5 o 6 cucchiai di bicarbonato e ho cotto i panetti per 30 secondi.
Poi li ho spennellati con un po’ di latte e ho cosparso con il sale grosso.
In forno per 20 minuti a 220°.

 
3 commenti

Pubblicato da su 31 gennaio 2012 in Pane e panini

 

Tag: