RSS

Archivio mensile:febbraio 2013

Crostata veg

Oggi nevica tantissimo e mi sono detta… Ma noi non avevamo un blog una volta??

Eravamo tante, giovani, e cucinavamo tantissimo, ignorando bilance e nutrizionisti…Che fine abbiamo fatto??? E cosi’ ho cercato di ricordare i dati di accesso per inserire i post. Ma non prima di aver cucinato una delizia. Altrimenti di che parlavo??

E’ partito tutto da mille vasetti di marmellata aperti e mai finiti, che come sempre si trovano nel mio frigo. Mio marito adora la crostata. E io ho la mia nuova planetaria da provare e stra-provare.

Quindi, via, inseriti gli ingredienti, ho fatto fare a lei lo sporco lavoro e mi sono limitata a stendere la pasta e cospargerla di marmellata. Si, e’ stata dura, ma ci sono riuscita.

IMG406

Per la torta servono:

  • 250 gr di farina (io ho usato la farina di farro integrale, la mia nuova passione)
  • 125 gr di zucchero (altra mia nuova passione, il mascobado integrale)
  • 50 ml di olio di semi
  • 150 ml di latte di soia
  • mezza bustina di lievito
  • la scorza di un’arancia bio
  • 300 gr di marmellata

Per chi come me ha la planetaria e’ molto semplice. Ho messo la farina, il lievito, la scorza dell’arancia e lo zucchero. Ho azionato e versato a filo il latte e l’olio. poi mi sono limata le unghie, pettinata i capelli, fatto delle prove di trucco, letto una rivista. Non e’ vero, son stata li in adorazione i 5 minuti in cui ho fatto girare il gancio impastatore, osservando bene che cosa faceva, questa strana magia.

Se non avete il mago impastatore, fa niente, non e’ complesso. Basta fare la fontana con la farina, il lievito, l’arancia e lo zucchero, versare al centro olio e latte e sporcarsi le mani.

Come ogni frolla che si rispetti, va fata riposare una mezz’ora in luogo fresco. E poi si puo’ procedere a stenderla. L’ho trovata un po’ appiccicosa, credo per colpa del mascobado, che risulta molto umido. L’ho stesa quindi direttamente sulla carta da forno, appoggiandola sulla teglia e lavorandola con le mani umide. poi le ho fatto il bordino con un pochino di pasta, messa la marmellata e fatte le strisce e le palline. Infornata per 35 minuto a 180°.

Ora e’ di la che aspetta di essere mangiata. Quindi, se non vi spiace, io andrei.

 
2 commenti

Pubblicato da su 23 febbraio 2013 in Dolci, Torte e Biscotti, Ricette Vegane

 

Tag: