RSS

Archivio mensile:maggio 2012

Fave e cicorie con gli agretti!

Tempo fa son stata in un ottima osteria pugliese a Roma: Lacapagira! Ho mangiato benissimo: piatti abbondanti e tipici della tradizione, tanto pesce, sempre condito col pomodoro, e una burrata da leccarsi i baffi!!
Io come primo ho ordinato fave e cicorie, ed ho subito pensato di rifarla a casa, visto che mi è piaciuta davvero molto. Mi era quasi passato di mente, ma poi lo scorso fine settimana sono stata ad un mercatino biologico, ed ho visto su un banchetto delle fave fresche, così ne ho preso un sacchetto e il giorno dopo ho sperimentato la ricetta (anche se l’originale prevede che si usino fave secche!).

Certo non avevo in casa la cicoria, bensì gli agretti (o barba di frate), che comunque mi sembravano un ottimo sostituto!

Ingredienti:

1/2 cipolla
fave
1 patata piccola
olio
sale
agretti lessati (o cicorie, appunto 😉 !)
1 spicchio d’aglio
peperoncino

In una pentola, meglio se di coccio, far appassire la cipolla in un po’ d’olio d’oliva, aggiungere le fave pulite e sbucciate e la patata a tocchetti, coprire d’acqua e cuocere finchè le fave non saranno tenere togliendo la schiuma che all’inizio si formerà in superficie, ed evitando di rimestare troppo. Si deve aver cura che l’acqua non scenda mai sotto al livello delle fave, che devono essere sempre coperte, ma non troppo (la zuppa deve venire molto densa, tipo purè in realtà!). Aggiustare di sale e frullare col frullatore ad immersione (la tradizione vorrebbe che le fave si sfaldino semplicemente girandole con un cucchiaio di legno con l’aggiunta di olio a filo!!!).

Nel frattempo, in una padella, scaldare l’olio e farvi imbiondire uno spicchio d’aglio, ripassarci gli agretti precedentemente lessati in acqua leggermente salata e, se volete, aggiungete una spolverata di peperoncino. Mettere sul piatto la crema (la consistenza deve essere abbastanza densa) ed adagiarvi sopra gli agretti ripassati (se si preferisce va bene anche semplicemente lessati). Si serve con una croce d’olio (così dicono le nonne: una croce e non un filo, forse perchè sia l’olio che i piatti che vi si condiscono sono da un certo punto di vista benedetti!!), e volendo anche dei crostini di pane!

Buona!!!

Alla prossima,
bunny chan.

 
 

Tag: ,

Digressione

Scusate la lunga assenza, ma sono un po’ presa dalla scuola e da altre cose, ma spero di riuscire ad essere più costante d’ora in poi!
Il piatto di oggi è veloce e perfetto per la bella stagione, anche perchè il verde del pesto fa già estate, non trovate?

Ingredienti:
-1 mazzetto di rucola
-una manciata di pinoli
-gamberetti (io ho usato quelli surgelati)
-1 spicchio d’aglio
-olio q.b.
-un goccio di latte
-trofie
-1 bicchiere di vino bianco per sfumare
-parmigiano q.b.

Procedimento:
Far rosolare lo spicchio d’aglio nell’olio e versarvi i gamberetti, farli cuocere e sfumare con il vino bianco fino a quando non saranno ben cotti. Nel frattempo mettere la rucola lavata in un recipiente alto, aggiungere un filo d’olio, il formaggio, il latte e frullarlo con il frullatore ad immersione.
Mettere a cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare, unire i gamberetti, il pesto e i pinoli, mescolare per far amalgamare il tutto e servire.
Buon appetito!

Trofie con pesto alla rucola, pinoli e gamberetti

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 maggio 2012 in Primi Piatti

 

Tag: , ,

Risotto alle fragole

Siamo partite in 5 in cucina, poi una se n’è andata definitivamente e altre due sono impegnate con le loro bellissime bimbe, e non riescono a stare dietro al blog ogni settimana, quindi, in teoria, siamo rimaste in due a seguire il progetto iniziale, e, a volte, non riusciamo neanche noi!! Però non voglio arrendermi perchè cucinare è una delle cose che mi piace di più, ed è bello avere stimoli per creare sempre qualcosa di nuovo!!

Certo non sempre le cose vanno per il verso giusto: la settimana scorsa è stata dura e anche questa non accenna ad andare meglio, ma la cucina mi aiuta a sentirmi bene…soprattutto perchè, quando manca l’appetito, cucinare cose golose mi aiuta a non saltare i pasti!

Così questo fine settimana mi sono dilettata in una ricetta che mi aveva fatto tornare alla mente la mia maestra di ballo Valentina: risotto alle fragole! Quindi il tema di oggi è “rosso e selvatico” (citazione da uno dei miei film preferiti, qualcuna indovina qual’è???).

Ingredienti:
un bicchiere colmo di riso (x2)
1/2 cipolla
brodo vegetale
una vaschetta di fragole piccola
olio evo
burro
parmigiano
1 bicchierino di vino bianco secco, anche frizzantino!

Preparazione:

Far appassire la cipolla sminuzzata in metà olio e metà burro, aggiungere il riso e far tostare un pochino, unire il bicchiere di vino e sfumare, poi coprire col brodo vegetale, aggiungendolo se durante la cottura il risotto si secca troppo. A metà cottura circa aggiungere le fragole tagliate a cubetti e completare la cottura. Quando il riso è cotto, togliere dal fuoco e mantecare con abbondante parmigiano. Sevire ed accompagnare con il resto del vino 😉 !!

Alla prossima,
bunny chan.

 
4 commenti

Pubblicato da su 23 maggio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegetariane

 

Tag: ,

Spaghetti con pomodorini arrosto

Posso usare il forno ancora per poco, perchè poi farà troppo caldo. Quindi ho deciso di farmi questa pasta condita con dei pomodorini al forno, che ho imparato a fare ad uno dei corsi del Gambero Rosso che ho frequentato tempo fa…

E’ molto semplice: basta mettere in forno dei pomodorini tagliati in due o tre parti e delle olive denocciolate, il tutto condito con sale, pepe, olio e basilico e cosparso con abbondante pangrattato!

Mettere la teglia in forno caldo a 180° finchè i pomodorini non faranno una bella crosticina sopra, dovuta al pangrattato abbrustolito, 30 minuti circa.

Intanto cuocere gli spaghetti, scolarli e condirli con i pomodorini. Aggiungere un filo di olio a crudo e servire!

Buoni e semplici!

Alla prossima,
bunny chan.

 
3 commenti

Pubblicato da su 16 maggio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegane

 

Tag: , ,

Gazpacho fragole e pomodori

Ho già professato il mio amore per le zuppe, ma mai ho provato a farmele anche d’estate, magari fredde o tiepide. Ed è per questo che ieri, in giro per il supermercato, mi è venuta voglia di provare un bel gazpacho, ma siccome non amo particolarmente i cerioli, ho optato per un inserire nella ricetta un nuovo gusto, quello delle fragole!!!

Si fa così!

Per due persone, si tagliano a cubetti nel contenitore del mini-pimer (o nella vaschetta del frullatore) 1/2 peperone rosso, 1 pomodoro maturo tondo da sugo, una decina di fragole. Si aggiunge un filo d’olio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e 1 foglia di basilico.

Si frulla il tutto e si serve. In un bicchiere da cocktail con un cubetto di ghiccio e una fragola intera, per uno squisito aperitivo, o in una ciotola, con dei crostini di pane fatti rosolare in padella con poco olio, come antipasto.

Alla prossima,
bunny chan.

 
2 commenti

Pubblicato da su 9 maggio 2012 in Ricette Vegane, Zuppe, Creme e Vellutate

 

Tag: , ,

Crepes ricotta e spinaci

La primissima cosa in assoluto che mia mamma mi ha lasciato preparare con la sua cucina sono state le crepes.
Intorno agli 11-12 anni trascorrevo tanti pomeriggi a casa da sola perchè i miei lavoravano, quando non avevo voglia di disegnare mi mettevo ai fornelli a fare le crepes, ne facevo tante e poi le mangiavo, stracolme di nutella, davanti a qualche puntata di Lady Oscar registrata su vhs.
Ancora mi stupisco di come riuscissi ad essere magra nonostante tutto.
Ad oggi le crepes alla nutelle sono fra i miei dolci preferiti, ma le condisco poco perchè preferisco il sapore della crespella a quello della crema alle nocciole.
Ma son fuori tema, oggi non è di crepes dolci che voglio parlare, ma di quelle, altrettanto buone, salate e farcite con ricotta e spinaci!

Ingredienti per circa 10-12 crepes:
-4 uova
-4 cucchiai di farina
-sale qb
-latte qb (io faccio ad occhio, quando la pastella è abbastanza liquida ma non troppo e di un bel giallo è pronta)
Per il ripieno:
-300 gr di ricotta fresca
-spinaci lessi
-1 uovo
-sale e pepe qb
-1 confezione di besciamella
-parmigiano grattuggiato
Vi occorre anche del burro per ungere la padella.
Preparare l’impasto mescolando tutti gli ingredienti con la frusta elettrica, poi scaldare la padella con dentro una noce di burro e versarvi un mestolo di pastella, girando la padella in modo che tutta la superficie sia coperta. Quando la crepe si staccherà con facilità vorrà dire che è pronta per essere girata e cotta sull’altro lato. Ripetere l’operazione per ogni crepe.
Una volta preparate tutte le crespelle, passiamo al ripieno. Scolare per bene gli spinaci lessi e unirli alla ricotta, in una bella ciotola capiente. Aggiungere l’uovo per amalgamare e aggiustare di sale e pepe.
Imburrare una teglia (io uso quelle usa e getta di alluminio) e coprire il fondo con la besciamella. Riempire ogni crepe con un cucchiaio abbondante di farcia e adagiarle chiuse a metà, fino a riempire la teglia. Cospargere con la restante besciamella e una spolverata di parmigiano, qualche fiocco di burro e infornare a 180° fino a quando le crepes saranno sormontate da una crostina più scuretta e croccante.
Buon appetito!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 maggio 2012 in Primi Piatti, Ricette Vegetariane

 

Tag: ,