RSS

Archivio mensile:marzo 2012

Hummus

Questa è una delle ricette che mi ha dato Mommy, donna dalle mille risorse, che riesce in qualsiasi cosa faccia! L’ho conosciuta a scuola di ballo, e si è subito creato un feeling tra me, lei e sua sorella Mara, tanto che mi sono accollata come sister adottiva 😉 !

Tra le cose che fa, ci sono degli splendidi fiori per capelli, che colleziono ormai da anni, perchè adoro portarli, quasi mi sento nuda senza, e più son grossi più mi piacciono!

Oltre ai fiori, la sister fa la cuoca all’Osteria del Forte Prenestino nel giorno della cucina vegana, e tra le varie cose che prepara, c’è questo hummus, che è davvero delizioso!

Hummus (o dovrei chiamarlo semplicemente salsa di ceci, visto che non contiene aglio, nè spezie al contrario dell’hummus originale) molto semplice da preparare, ma che mi ha fatto impazzire le prime volte, perchè bisogna calibrare bene i sapori, e sbilanciarli in qualche modo, dà dei risultati che sono assolutamente diversi da quello di Mommy 😦 !!

La prima volta che ho provato, infatti, pur seguendo le indicazioni passo passo, avevo tra le mani una crema che di tutto sapeva tranne che di hummus: gli ingredienti non erano amalgamati bene tra loro e sono rimasti praticamente separati nei sapori.

Questa seconda volta, invece, mi è venuta proprio bene…il segreto è assaggiare ogni volta ed aggiustare di sapore, finchè non si riesce a creare una propria miscela che funziona. Io stavolta ho fatto così:

– 250 gr di ceci lessati
– succo di 1 limone
– olio extra vergine quanto basta (in quantità 🙂 )
– 1 cucchiaio di tahine (pasta di semi di sesamo)
– paprika
– 1 pizzico di sale

Mettere i ceci, il succo di limone, il tahine e abbondante olio dentro un contenitore adatto e frullare, se serve aggiungendo man mano olio fino ad ottenere la giusta consistenza. Aggiustare di sale e mischiare, poi versare in una ciotola e guarnire con la paprika in polvere.

Alla prossima,
bunny.

Annunci
 
3 commenti

Pubblicato da su 28 marzo 2012 in Ricette Vegane, Salse ed Intingoli

 

Tag:

Ravioli Verderosa

Ho finalmente comprato i ravioli ai gamberetti di Giovanni Rana, visto che erano in offerta non ho potuto trattenermi!


Non avevo idea di come prepararli, mi sono accorta solo aprendoli che nella parte interna del cartoncino ci sono alcuni suggerimenti…grande idea metterli dentro e non ben visibili! A parte questo, devo dire che mi sono piaciuti,non da impazzire, ma sono leggeri e il sapore dei gamberetti si sente abbastanza, anche se avrei preferito un ripieno più consistente, invece di quella specie di pappetta.
Tornando alla ricetta, avevo fretta e siccome ultimamente ho trovato nel Philadelphia un valido alleato per chi come me ama i piatti facili e veloci, allora l’ho comprato, senza sapere bene cosa farci.
Ne è venuto fuori un buon piatto, ed eccolo qui:

Ingredienti:
-ravioli ai gamberetti di Giovanni Rana
-una manciata di pisellini verdi (onnipresenti pisellini verdi! 😀 )
-pepe rosa in grani
-1 panetto di Philadelphia da 80gr

Procedimento:
Lessare i pisellini verdi, salarli e passarne ¾ con il frullatore ad immersione, aggiungendo metà panetto di Philadelphia.
Mettere a cuocere la pasta (è pronta in soli 2 minuti, quindi regolatevi un po’ coi tempi), scolarla, rimetterla in padella, aggiungere la salsina di piselli, i restanti pisellini lessi e l’altra metà di formaggio, mescolare fino a quando sarà diventata una cremina morbida, impiattare e decorare con qualche bacca di pepe rosa, che da quel gusto vivace in più e rende il piatto più bellino…la salsetta verde in effetti non è che sia il massimo esteticamente parlando, ma il piatto è una goduria!
Buon appetito!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 marzo 2012 in Primi Piatti, Recensione prodotti

 

Tag: ,

Progetto Cuore di Brodo Knorr: Paccheri alla coda di rospo

Visto che da 5 che eravamo siamo rimaste in 4, approfitto dello spazio vacante per parlarvi di un progetto di marketing online al quale sto prendendo parte. Si tratta di testare un nuovo prodotto: il cuore di brodo al pesce della knorr, e così, oltre a regalare i campioni che mi sono stati inviati ad amici e parenti, sto provando nuove ricette di pesce, per la gioia del mio ragazzo 🙂 !!

Stasera ho fatto i paccheri alla coda di rospo!

Ingredienti (per 2):

160 g di paccheri
1 piccola coda di rospo tagliata a cubetti
1/2 cipolla tritata
1 zucchina
1 cucchiaino di curry
panna da cucina (facoltativa)
sale e olio
1 cuore di brodo di pesce

Preparazione:

Mettere in una padella un giro di olio e farvi sudare la cipolla, finchè non diventerà trasparente, ma non bruciata. Aggiungere le zucchine, salare leggermente e cuocere, aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua, quando saranno quasi cotte aggiungere la coda di rospo e il cuore di brodo, che ha subito creato una bella cremina densa ed ha sprigionato un profumino davvero invitante. A parte mettere a bollire l’acqua e cuocervi la pasta. Quando il pesce risulterà cotto aggiungere il curry, un paio di cucchiai di panna da cucina e girare bene, finchè il tutto non risulti ben colorato di giallo! Scolare la pasta e saltarla in padella. Servire ben calda e con un bel bicchiere di vino bianco gelato 😉 !!

Alla prossima,
bunny.

 
4 commenti

Pubblicato da su 22 marzo 2012 in Pesce e Crostacei, Primi Piatti, Recensione prodotti

 

Tag:

Risotto alla zucca, erborinato di capra e riduzione di birra scura

E anche questo è un piatto che ho provato a rifare a casa dopo averlo mangiato al Glass Hostaria!
La chef Cristina Bowerman, come vi ho già detto, è uno dei miei riferimenti in cucina, nonostante, naturalmente, io non abbia nè i suoi mezzi nè la sua esperienza! Ma lei è davvero meravigliosa, ed i suoi piatti sono sempre un immenso piacere, da scoprire boccone dopo boccone!

Ho molto amato questa sua interpretazione di risotto alla zucca, un piatto che, comunque, mi piace molto anche nella sua versione più semplice!
Questa ricetta, però, ha quel tocco in più e prevede infatti, oltre alla zucca, il blu di bagnoli, un erborinato di capra davvero speciale, e una riduzione di birra keto, che la chef, appassionata di birre, ha scelto per il suo sentore di tabacco kentucky, le cui foglie vengono appunto aggiunte nella fermentazione.

Io ho fatto come al solito con ingredienti più semplici, che si possono trovare anche al supermercato (sempre che abbia una buona selezione di formaggi, perchè l’erborinato di capra non si trova ovunque!).

Ingredienti (per 2 persone):

1 bicchiere colmo di riso (quello che preferite per i risotti!)
1 bello spicchio di zucca gialla (il mio proveniva da una bella zucca dell’orto di mia zia Raffaella!)
formaggio erborinato di capra
1 bicchiere di birra scura
1 cucchiaino di zucchero di canna
brodo vegetale
cipolla
olio
sale
semi di zucca per guarnire

Procedimento:

Rosolare la zucca tagliata a cubetti in un po’ d’olio caldo, salare, coprire con 1/2 bicchiere d’acqua e stufare finchè la zucca non sarà morbida, quindi ridurre in una purea e tenere da parte. A parte stufare la cipolla in un po’ d’olio e aggiungere il riso. Tostare e poi aggiungere il brodo, e cominciare la cottura, controllando di tanto in tanto e, quando il brodo si asciuga, aggiungerne altro, fino a 3/4 di cottura circa.

Intanto in un altro pentolino mettere la birra e il cucchiaino di zucchero e girare finchè lo zucchero si sia sciolto. Portare a bollore e lasciar andare  a fuoco basso finchè la birra non si sia ridotta di almeno la metà e cominci a caramellare!

A 3/4 di cottura del riso, aggiungere la crema di zucca e terminare la cottura. Spegnere e aggiungere il formaggio di capra, girnado bene finchè non sia tutto sciolto ed amalgamato. Mettere sui piatti di portata, aggiungere sopra un giro di riduzione di birra e i semi di zucca.

La foto è della prima versione che avevo fatto: senza semi di zucca e con la zucca schiacciata con la forchetta e non passata, però buona lo stesso…della seconda versione rivista non ho foto, purtroppo…

Alla prossima,
bunny.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 marzo 2012 in Ricette Vegetariane, Risotti

 

Tag: , ,

Frosting

Il modo più semplice e carino di decorare un muffin o un cupcake è sicuramente un bel frosting colorato!
Ho cercato in rete qualcosa che non fosse troppo burroso e dolce, ed ho trovato una ricettina superfacile e davvero buonissima!  QUI

Ingredienti:
-1 panetto di philadelphia da 80 gr
-200 gr di panna da montare vegetale
-50 gr di zucchero a velo
-1 boccettina di aroma a scelta (io ho usato quello alla vaniglia)
-colorante alimentare (io ho usato quello in pasta)
-penne glitterate in gel (sono quelle di Pane degli angeli, in confezione da 4 penne colorate)
-stelline di zucchero

Procedimento:
Mettere il formaggio, la panna, lo zucchero e l’aroma in un contenitore e montare. Dividere il composto in tante parti quanti colori avete a disposizione, colorare e decorare i muffin con un’apposita siringa. Infine, con le penne glitterate, realizzare i dettagli e aggiungere le stellette colorate.
Con questo frosting ho decorato dei muffins al cioccolato, trovate la ricetta di Cippola QUI.
Ed ecco il risultato…i muffins tutti insieme e il particolare di un muffin con il frosting rosa.


Belli eh?

Tanti auguri al mio Panino e a tutti i papà del mondo!

 
1 Commento

Pubblicato da su 19 marzo 2012 in Dolci, Torte e Biscotti

 

Tag:

Spaghetti con caviale vegan di Ikea!

Da quando ho trovato questo surrogato di caviale, completamente vegan, nel frigo di casa di mia sorella, non ne posso più fare a meno. Si trova nel banco frigo della bottega svedese di ikea ed io, ormai, lo prendo regolarmente (Tangkorn, 85 grammi, euro 2,45).

Le uova di lompo (il caviale, quello vero, non l’ho mai assaggiato in realtà!) sono una di quelle cose divertenti da mangiare quando si è piccoli, che un po’ mi sono mancate quando son diventata vegetariana, a 14 anni, ed ora che ho trovato questa variante vegan sono contenta come una bambina!!

Adoro la loro consistenza scoppiettante sotto i denti, ed il sapore vagamente marino, che deriva dalle alghe con il quale è fatto!! Per i primi 3 barattoli ho sperimentato qualche ricetta, ma non mi è piaciuta molto, e quindi ho continuato a mangiarle nel miglior modo che avevo trpovato: spalmete con il burro (o la maionese) sul pane per i tramezzini! Ci si possono fare delle tartine, dei mini tramezzini o tostare un po’ il pane prima.

Ultimamente, invece, ho sperimentato due nuove ricette che non erano affatto male. La prima l’ho presa dal blog di Barbara: un risotto di mare al limone, molto buono!

La seconda l’ho trovata in giro, da diverse fonti, cercando ricette con le uova di lompo. Son degli spaghetti semplici semplici, praticamente un’aglio e olio con l’aggiunta del tangkorn.

Ingredienti per 2 persone:

180 gr di spaghetti (io ho usato quelli integrali, che mi piacciono tantissimo!)
1 spicchio d’aglio
olio q.b.
sale
peperoncino
qualche foglia di basilico (la ricetta originale dice prezzemolo, ma il mio compagno non lo ama particolarmente!)
2 cucchiai di tangkorn
qualche goccia di succo di limone

Preparazione:

Dopo aver messo a bollire gli spaghetti in abbondante acqua salata, mettere l’olio in una bella padella e scaldarlo. Aggiungere l’aglio, il peperoncino e il basilico tritati e un cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Rosolare per qualche minuto e poi spegnere il fuoco ed aggiungere i 2 cucchiai di tangkorn. Scolare gli spaghetti direttamente nella padella e saltare. Dividere sui piatti di portata e spruzzare sopra ogni piatto di spaghetti qualche goccia di succo di limone. Guarnire con un paio di fette di limone (questo lo avevo preso da un alberello di limoni durante una passeggiata con i miei nipoti, mentre scappavamo da un grosso dinosauro con le corna 🙂 ) e servire!


E domani è il compleanno di mia mamma, quindi tanti auguri mami, anche da qui!!

Alla prossima,
bunny.

 
2 commenti

Pubblicato da su 14 marzo 2012 in Primi Piatti, Recensione prodotti, Ricette Vegane

 

Tag: ,

Pollo agrodolce

E’ una delle cose che preferisco del ristorante cinese. Adoro l’agrodolce.
E la salsina penso sia una delle cose piu’ buone…
La salsina la faccio cosi’: metto in un pentolino 1 bicchiere d’acqua, 1/2 bicchiere d’aceto, 3 cucchiai di salsa di pomodoro, 1 cucchiai di zucchero, 1 cucchiao di maizena e metto a cuocere finchè non si addensa.
E’ una salsa che va bene con diverse cose: l’ho provata anche col seitan ed e’ buonissimo.

Per il pollo, per fare prima, metto a cuocere i peperoni nel forno, poi li spello e li faccio a pezzetti
Intanto rosolo il pollo in padella, tagliato a cubetti e infarinato. Taglio a pezzetti l’ananas e unisco tutto al pollo, per ultimo la salsa.
Lascio cuocere un po’ e….. lo do al marito da mangiare 🙂
Ecco il risultato:

 
4 commenti

Pubblicato da su 13 marzo 2012 in Carne, Secondi Piatti

 

Tag: